Logo LoescherTestata

SEQUENZA

capitolo

ritmo

La sequenza riunisce più scene in gruppi significativi sulla base dell’idea e delle azioni che si sviluppano al loro interno. Può essere paragonata ai capitoli di un libro. La successione variata delle sequenze è fondamentale per dare il giusto ritmo al film.

Cerchiamo di approfondire.

LA SEQUENZA


Quando noleggiamo un dvd video, non possiamo non notare che il film contenuto è diviso in capitoli:

questi, nella maggioranza dei casi, e come accade anche nei libri, rappresentano le maggiori sequenze in cui il film è diviso.

Immagine introduttiva

La sequenza è dunque il capitolo di un film. Abbiamo visto che il concetto di sequenza è strettamente connesso a quello di scena: si può definire sequenza l’arrangiamento di una o più scene in gruppi significativi, secondo l’ordine logico del racconto. In altre parole, la sequenza rappresenta la cornice all’interno della quale sono organizzate le singole scene: insieme alla struttura, le sequenze sorreggono l’impianto narrativo della storia raccontata dal film. Una tipica sequenza è sostenuta da un’unica idea, che sia essa la fuga, la battaglia, la partenza, l’arrivo, l’omicidio, il matrimonio per esempio. Come la scena, anche la sequenza ha una parte iniziale, una centrale e una finale e si unisce alla sequenza successiva per creare continuità di racconto e mantenere il ritmo, che è una delle caratteristiche più importanti in ogni storia cinematografica.

Generalmente, ciascuna sequenza ha la seguente struttura:

Schema

In ogni sequenza il nostro protagonista agisce per ottenere uno scopo specifico: questo obiettivo si inserisce nell’obiettivo generale della storia, che è la risoluzione del problema posto nella parte di preparazione del film. Tipicamente, ciascun tentativo di raggiungere l’obiettivo prefissato trova degli ostacoli che costringono il protagonista a formulare una nuova strategia. Alla fine della sequenza possiamo decidere di sciogliere la situazione facendo in modo che il protagonista raggiunga o meno il suo obiettivo. La sequenza usa dei contrattempi o intoppi per poter permettere il passaggio alla sequenza successiva. Questi eventi non modificano la direzione della storia, ma cambiano le sorti del nostro protagonista, lo mettono alla prova e indicano la direzione che la prossima sequenza prenderà. Ne modificano la strategia di azione. Esaminiamo le cinque sequenze maggiori in E.T. L’extraterrestre.

Scena dal film ET

SEQUENZA 1:
Nella prima sequenza, un piccolo extraterrestre viene lasciato sul pianeta Terra (scena 1: esterno bosco, sera).
Elliott, un bambino terrestre, è con la sua famiglia e soffre perché il papà lo ha lasciato separandosi dalla mamma (scena 2: a cena, interno casa del co-protagonista, sera).
Elliott ed E.T. si incontrano (scena 3, esterno casa, notte).
Il tema preponderante in questa prima sequenza è l’abbandono.

Scena dal film ET

SEQUENZA 2:
In questa sequenza, E.T. ed Elliott diventano amici. Elliott nasconde E.T. in casa (scena 1: interno casa Elliott, notte).
E.T. svela di venire da un pianeta lontano. Il suo desiderio è quello di tornare a casa (scena 2: interno casa, giorno).
Elliott decide di aiutare E.T. (scena 3: esterno bosco, giorno).
Il tema preponderante di questa sequenza è il ritorno a casa.

Scena dal film ET

SEQUENZA 3:
L’amicizia tra E.T. ed Elliott si rafforza. Elliott scopre i poteri telepatici di E.T, oltre alla magia di auto guarigione ed entra in perfetta sintonia con il piccolo extraterrestre (scena 1: interno casa, giorno; scena 2: a scuola, giorno).
Il tema di questa sequenza è l’identificazione di Elliott con E.T., quasi i due amici fossero più che fratelli, una sola persona.

Scena dal film ET

SEQUENZA 4:
In questa sequenza, i preparativi per far tornare E.T. a casa fervono, ma ci sono degli ostacoli. Elliott soffre perché E.T. si ammala (scena 1: interno casa, giorno, entra in gioco la madre di Elliott) e sembra morire.
Nel frattempo, il personale della NASA trova il piccolo extraterrestre (scena 2: esterno casa, giorno, adulti con tute spaziali, mai inquadrati in viso) e lo cattura (scena 3: interno casa Elliott, giorno).
Tutto sembra perduto (scena 4: camera di ospedale da campo, giorno).
Il tema preponderante di questa sequenza è il dolore per la perdita di una persona cara.

Scena dal film ET

SEQUENZA 5:
Nell’ultima sequenza, Elliott si accorge che E.T. non è affatto morto (scena 1: ospedale, giorno), lo libera (scena 2: esterno tunnel di isolamento da radiazioni, giorno) e insieme a lui fugge dagli adulti in un inseguimento mozzafiato (scena 3: esterno, in ambulanza, giorno).
E.T. guida Elliott alla sua astronave che nel frattempo è tornata sulla Terra (scena 4: bosco, giorno).
I due amici si devono salutare tra le lacrime, ma la loro amicizia durerà per sempre.

EESERCIZIO

Prova a creare una sequenza che abbia come tema «l'esame». Immagina il personaggio principale, il protagonista, che deve affrontare un importante esame a scuola. Crea tre sequenze interconnesse tra loro, ad esempio:

  • Si alza al mattino e si prepara.
  • Saluta i genitori, esce di casa e si reca a scuola.
  • Arriva a scuola e sta per entrare nell’aula dove si svolgerà l’esame…
    … ma succede qualcosa. Che cosa?
Inizio pagina ↑